• Tam Tam Energetico
  • PROFETHICA
Finanza
Mini-project financing per la decarbonizzazione

Mini-project financing per la decarbonizzazione

image_pdfimage_print

Quando parliamo di project financing, facciamo riferimento ad una tecnica di finanziamento: quello a lungo termine per progetti pubblici. Oggi parleremo di questa tipologia di erogazione di contributi, concentrandoci in particolare sui progetti di decarbonizzazione.

Prima di ciò, però, una premessa: in Italia, dal 2008 è possibile accedere a questi finanziamenti sia come privati che come enti pubblici.

Progetti pubblici di decarbonizzazione

Secondo l’elenco aggiornato al 2019, i progetti pubblici mirati alla riduzione delle emissioni di carbonio sono più di 50. A partecipare, oltre 20 associazioni ed imprese nazionali. Un dato significativo, se si pensa che l’Italia si fonda, maggiormente, su piccole e medie imprese.

Le proposte principali riguardano: Il miglioramento dei parchi eolici, attraverso l’ottimizzazione del suolo pubblico;

Il riciclo di biometano a partire dai rifiuti, per re-immetterlo nella rete del gas;

La riqualificazione dell’illuminazione pubblica;

I sistemi di ricarica elettrica che aumentano la velocità del tempo di ricarica. In particolare, questi sono rivolti ai bus elettrici, anche se non sono escluse le vetture.

Progetti di elettrificazione dei porti; il tutto è mirato allo spegnimento dei motori di navi e traghetti ormeggiati. Si stima, con questa operazione, un risparmio del 30% di emissioni di anidride carbonica. Inoltre, questo progetto andrebbe ad influire anche sul risparmio di oltre 95% delle emissioni di particolato e ossidi di azoto.

Obiettivi preposti entro il 2030

Tra gli obiettivi principali che l’Italia si è posta di raggiungere entro il 2030, sicuramente c’è quello di essere equiparata all’UE. Nei Paesi membri, infatti, c’è una media del 32% di energie rinnovabili, un aumento di 0,5 punti percentuali per l’efficienza energetica e, per finire, il 30% di riduzione delle emissioni nei settori non Ets.

Secondo gli esperti, la pianificazione nazionale non è realizzabile in questo poco tempo, soprattutto a causa delle politiche e della mancanza di strumenti per veder sbocciare questi obiettivi.

Si resta comunque fiduciosi di estendere l’obiettivo al 2050.

Hits: 93

Spread the love
0
Tags :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...